La scala dimenticata

«Rimane inteso che nessuna modifica possa essere recata allo status quo dei Luoghi Santi»…

Status Quo, decreto nel 1852 , a conferma di un precedente firmano del 1767 che regola gli spazi, l’accesso, le funzioni, i diritti, delle comunità cristiane, all’interno di tre santuari in Terra Santa (Santo sepolcro, Tomba di Maria e la Basilica della Natività a Betlemme).
Nella Basilica del Santo Sepolcro convivono sei comunità: i Francescani, gli ortodossi Greci, gli Armeni, i Copti, i Siri e gli Etiopi.

Interno Santo Sepolcro

Tornando allo Status Quo, sulla facciata della Basilica in alto a destra è presente una scala in legno, abbandonata lì forse da un operaio…la prima menzione di questa scala l’abbiamo però nel 1757 e la troviamo anche su una più antica incisione del 1728!


Così rimane lì, “la scala inamovibile del Santo Sepolcro”, come simbolo di quello Status Quo dove nulla può essere spostato o modificato senza il consenso di tutte le confessioni religiose!

La scala inamovibile (foto da Wikipedia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...